1^giornata, Pisa-Milano 5-4

mi-pisa
(Eudin, autore di una doppietta, contrastato dal tahitiano Taiarui)

Inizia con una sconfitta il cammino del Milano Beach Soccer nel girone A della Serie A 2016. Al Beach Stadium di Viareggio il Pisa di Matteo Marrucci ha la meglio sui rossoneri per 5-4 al termine di una gara rocambolesca nella quale i ragazzi di Cataldo hanno pagato a caro prezzo i troppi errori commessi nella seconda frazione di gioco. Nel primo e terzo periodo il Milano è stato infatti capace di segnare e di far rimanere la propria porta inviolata, ma è nella seconda parte di gara che si è decisa la sorte del match a favore della compagine toscana, complici i cinque gol subiti in dodici minuti e l’espulsione del capitano Daniele Grassi per reiterate proteste nei confronti degli arbitri dopo un mancato calcio di rigore concesso per evidente fallo su Bè Martins (anche lui ammonito nella circostanza per proteste).

Una gara preparata bene nei particolari da mister Cataldo, e una prima frazione di gioco in cui tutti quanti hanno svolto con attenzione il proprio compito, concedendo poco alle offensive dei nerazzurri, pericolosi in avvio di gara con un bel duetto dei tahitiani Labaste e Taiarui ma poi contenuti alla perfezione dai rossoneri. Il vantaggio del Milano è siglato dall’esordiente Roberto Salzano che al nono minuto di gioco mette in rete da pochi passi con la complicità di un difensore avversario. Alla ripresa del gioco Mancuso prende il posto fra i pali di Chiodi, e nel giro di soli cinque minuti la gara viene compromessa sciaguratamente: al 3′ Eudin perde un contrasto con Mirko Marrucci che si invola sul fondo del campo, l’esterno nerazzurro serve in area Labaste che elude l’intervento di Grassi e con un sinistro non irresistibile beffa Mancuso sotto le gambe. Il numero 12 rossonero combina la frittata dopo appena un minuto, su un facile cross dalla destra perde l’appoggio nel tentativo di uscire alto e va a terra regalando il pallone a Di Tullio che a porta sguarnita deve solo appoggiare a rete per il sorpasso. Eudin trova subito il pareggio sul susseguente calcio d’avvio, ma dopo appena un giro di lancette è ancora Di Tullio con un destro al volo a segnare il gol del nuovo vantaggio pisano. Altro minuto e Di Palma trova il 4-2 su calcio di punizione da posizione defilata, Cataldo rimette fra i pali Chiodi per un Mancuso in giornata no, ma il Pisa trova subito anche il quinto gol con un tiro da fuori del portiere Casapieri che sorprende lo stesso Chiodi. Il trend negativo termina con un rigore evidente negato a Bè Martins con il portoghese ammonito per proteste e soprattutto con il capitano Grassi prima ammonito e poi espulso per espressioni blasfeme. Milano in inferiorità numerica regge senza subire ancora ma il passivo della seconda frazione è troppo pesante contro una squadra esperta come Pisa.
Nel terzo periodo i rossoneri tornano a giocare come sanno e tentato la rimonta trovando la via del gol prima con un bel pallonetto di Eudin, abile a togliere palla a Di Palma e a superare Battini, e poi con un gran tiro da fuori area di Bè Martins che a due minuti dal triplice fischio trova il 4-5. Milano prova disperatamente di arrivare almeno al supplementare ma i tentativi ultimi di Eudin col destro e di Chiodi su punizione non vanno a buon fine.

Il primo scontro diretto è andato male, e oggi c’è un’altra sfida difficile, contro la Sambenedettese, serve una prova di maturità per non tornare a casa dal week-end viareggino a quota zero punti: assente Grassi per squalifica, tocca a Campolongo e Ceriani in difesa per contrastare il forte brasiliano Lucas, protagonista assoluto a Catania in coppa Italia, e al giovane talento Addarii. Fischio d’inizio alle ore 16.45.